giovedì 26 gennaio 2012

VAMPIRE TEEN BLOWJOB (BLOOD&SPERM FACIAL!)

C'è solo un modo per definire l'oltrepassamento del quarto di secolo: il tempo della pacchia è finito. Da adesso in poi, sei veramente nella merda. È una specie di regola non scritta, non è mica sancita costituzionalmente come la maggiore età, dove in teoria dovresti prendere coscienza del fatto che stai per prendere un posto nella società, stai diventando adulto, hai passato i tuoi riti di iniziazione eccetera.

domenica 22 gennaio 2012

QUELLO STRANO ODORE DI PESCHERIA

Devo ringraziare la Disney. A quest'ora, se non avessi mai visto “Alla ricerca di Nemo” non avrei mai imparato a parlare il balenese.
Per cui, ho muggito anch'io con le balene. Da un peschereccio giapponese.

giovedì 19 gennaio 2012

LA NAVE DEI PRESUNTI FOLLI

Ieri sera, prima di andare a dormire, avevo voglia di una bella riflessione pesante, di quelle che piacciono tanto a Kant mentre nella sua tavola a Konigsberg sputava pezzetti di carne dopo averli masticati per tre ore, per conservarli sotto formaldeide e ricominciare a masticarli qualche giorno dopo. Lui era un filosofo, eh. Proprio per questo evito di chiedere spiegazioni su certi comportamenti. Fosse stato un filosofo che ha sterminato qualcuno, tipo un certo Crizia, forse le sue paturnie avrebbero trovato una giustifica, in un certo senso (qualcuno s'è ribellato, quindi lo ammazzo... era pur sempre un tiranno, e i tiranni possono fare il cazzo che gli pare, diritto più, diritto meno).

lunedì 16 gennaio 2012

FUNERALE AI VECCHI TEMPI

Un mio amico voleva iniziare a suonare il basso. Mi chiese di accompagnarlo al negozio di musica più vicino, per farsi consigliare, ignorando che di bassi ne sapevo quanto di fisica quantistica. Ero un cantante io, mica uno slappacorde. Comunque, insistette tanto che alla fine ci andai.

mercoledì 4 gennaio 2012

LIETO FINE

Mi commuovo ancora per i finali strappalacrime o per i lieti fini. Non so se è invidia o semplice pianto di schifezza dopo averlo visto finire in quel modo. È tremendo tutto ciò. Io ho un'immagine da difendere e non posso permettere alle persone che conosco di vedermi in faccia dopo la visione dei suddetti film.